22/02/20

Jackass! di Scarlet Beriko


Alla fine di Gennaio è approdata in Italia Scarlet Beriko con questo one shot che ho trovato carinissimo. Non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto. Ho voluto provare a leggerlo perché devo dire che il suo stile grafico mi piace moltissimo e sembrava divertente. Dopo la lettura di Coyote ho voluto iniziare ad approfondire il mondo dei manga Boys Love, e desideravo qualcosa dai toni e contesto più leggeri, così da alternare la tipologia di storie.

Trama: 
Mentre si sta cambiando per l'ora di educazione fisica, Keisuke Hara vede sbucare dai pantaloni che ha appena indossato un paio di collant. Probabilmente è stata sua sorella, a cui aveva prestato la tuta il giorno precedente, a lasciarli infilati lì. Il suo migliore amico Shinoda nota subito che qualcosa non va e, per toglierlo dall'imbarazzo, si offre di accompagnarlo in infermeria. Ma una volta soli, Shinoda ha una strana reazione alla vista della gamba di Keisuke avvolta nel collant...


Leggendo la trama e vedendo la copertina può sembrare solo qualcosa di divertente legato al feticismo di Shinoda, invece in un solo volume la Beriko è riuscita a raccontare la trasformazione di un rapporto tra due ragazzi delle superiori e allo stesso tempo parlare di amicizia, di gesti di amore vero e ritrarre anche se marginalmente l'amore fraterno attraverso il rapporto tra Keisuke e sua sorella. Con scene di sesso tra i due funzionali alla storia d'amore, verosimili e non eccessivi, anche  se tutto parte da una fantasia erotica di uno dei due ragazzi: le calze di nylon che avvolgono un paio di belle gambe. Solo che le belle gambe, le più belle mai viste, sono del suo migliore amico. Amico che scoprirà di sentirsi attratto da lui e finirà con l'innamorarsi. Una passione che permetterà ad entrambi di conoscersi e di amarsi. E anche un'altro amico compagno di classe dichiaratamente gay e fortunatamente supportato dalla famiglia che s'innamora dell' infermiere scolastico avrà molto da insegnare a tutt'e due così come al suo professore.

20/02/20

manga inediti: Epotoransu! Mai di Yuu Watase


Anche se esistono le scans in italiano ( QUI ) di Epotoransu!Mai ( エポトランス!舞 ) quando ho scoperto che in Spagna la Glenat aveva pubblicato in un volume unico questa serie ho deciso di cercarlo e l'ho acquistato usato perché volevo averlo di carta e non leggerlo solo su uno schermo. Ho avuto bisogno dell'aiuto del dizionario in qualche punto, ma è stato bello e l'edizione che racchiude i due volumi è ben fatta anche con la sovracoperta come le edizioni giapponesi.

Si tratta di uno shoujo fantastico sentimentale in 2 volumi del 1995 che Yuu Watase creò mentre era al lavoro su Fushigi Yugi, una storia più leggera che le permise di staccarsi per un pò dal mondo di Miaka e Co. e che tratta il tema della contrapposizione tra virtuale e reale, la difficoltà di rapportarsi con l'altro e l'uso della tecnologia per migliorare la propria situazione sentimentale. All'epoca andavano di moda i calcolatori o i piccoli computerini / videogiochi portatili ( un pò come quello che appare in Marmalade Boy ) e così uno di questi viene usato per la storia di Epotoransu! Mai.

Trama:
Mai Kurahashi è una ragazza come tante che fa di tutto per stare accanto a Hiroki Nimura, il ragazzo di cui è innamorata. Oltre ad essere un grande fan di Sailor Moon, essendo la stella del club di calcio, Hiroki è anche molto popolare. Il giorno del suo sedicesimo compleanno, Mai riceve in regalo un'agenda elettronica per ragazze che può fare varie cose, come ad esempio, predire la fortuna in amore. Una notte, Mai digita accidentalmente la parola "Epotoransu" e un ragazzo di nome Takuma viene fuori dall'agenda, donando a Mai dei poteri. Cosa accadrà? 

Impossibile non pensare a Videogirl Ai, ma in comune hanno solo il personaggio virtuale evocato dal protagonista.


E' uno shoujo dal linguaggio e lo stile tipicamente anni 90 , una commedia sentimentale volutamente leggera proprio perché ideata dalla sensei mentre era dedita ad altro di più complesso. Fece lo stesso con Appare Jipangu! ( C'era una volta in Giappone ) mentre disegnava Ayashi no ceres.

15/02/20

Coyote di Ranmaru Zariya

( e considerazioni sul fascino dei manga BL )


E' stata un'attrazione travolgente questa. Sulla pagina facebook della Flashbook viene postata l'immagine della copertina del volume 3 del BL Coyote che mi attira, allora ricordo che avevo visto mesi fa una illustrazione simile e questa volta decido di informarmi sulla trama :
Il giovane Lili è solito frequentare il locale dove la sera si esibisce al pianoforte l’affascinante Marlene. Tra i due c’è una forte attrazione e Marlene (nome d’arte ispirato dalla grande attrice Marlene Dietrich, nonché dalla canzone “Lili Marleen”) tenta più volte un approccio, ma Lili gli sfugge sempre. Il ragazzo sembra nascondere un segreto ed evita in ogni modo di lasciarsi coinvolgere in qualsiasi tipo di relazione.
Una sera di luna piena però il suo segreto viene scoperto. Per la prima volta il giovane va in calore e il suo pessimo stato fisico non passa inosservato agli occhi dell’uomo, che lo segue preoccupato per le sue condizioni.
Denti aguzzi e artigli affilati svelano la vera natura di Lili, il quale ancora una volta rifiuta Marlene che si offre di alleviare la sua pena. L’unica alternativa sembra essere quella di condurre il giovane in un bordello dove poter dare libero sfogo al suo desiderio. Ed è con una tra le scene più hot del primo volume che Marlene riesce a far abbassare le difese a Lili. Da questo momento in poi il loro rapporto diventerà sempre più stretto, ma entrambi si troveranno a vivere una relazione contrastata e tormentata. Tra umani e licantropi (costretti a vivere all’ombra della società) non corre buon sangue, come se non bastasse anche Marlene ha un segreto: fa parte di una illustre famiglia che…

27/08/19

'Il diario della mia scomparsa' di Hideo Azuma

Una lettura difficile, ma istruttiva e toccante.



Non sono riuscita a leggere 'Il diario della mia scomparsa' ( Shissou Nikki - 失踪日記 ) tutto d'un fiato, mi sono servite un paio di pause.Temevo di non arrivare alla fine perché nonostante il suo umorismo le tematiche erano tristi. Ma alla fine l'ho trovato un manga istruttivo.
Pollon e NanakoSOS con i loro anime sono personaggi che hanno un posto speciale nei miei ricordi di bambina e ragazzina, ho letto anche i manga, e non sapevo della sua esperienza da senzatetto. Proprio per l'affetto che avevo per l'autore, quando ho saputo che la J-pop avrebbe pubblicato quest'opera ho deciso che l'avrei letto.
Va detto che non tutti i mangaka reagiscono alla pressione lavorativa come Azuma sensei sicuramente, ma capisco che se si è autocritici e non si vuole finire per copiare se stessi è facile star male e cadere vittime di dipendenza. Nel suo caso la dipendenza dall'alcol.
La sua autoironia rende meno pesante leggere il racconto, ma ci sono stati dei passaggi decisamente molto descrittivi ( specialmente sulla sua esperienza come operaio durante la "seconda scomparsa" ) che hanno rallentato la mia lettura e molti più toccanti di altri che mi hanno rattristato talmente tanto da trovare difficile andare avanti.

24/08/19

La serie Doukyusei - Compagni di classe di Asumiko Nakamura


Quando uscì questo manga per la MagicPress nel 2014 non lo comprai, mi piaceva da morire lo stile della disegnatrice, ma non ero interessata a leggere uno shounen-ai in quel periodo.Poi un giorno in libreria mi cade l'occhio su "Sora & Hara" ( Spin-off della serie uscito dopo la seconda stagione - arrivata da noi nel 2018 ), inizio a sfogliarlo e me lo porto a casa. Mi dico che posso leggerlo come fosse un volume unico di short stories ed evitare di comprare gli altri, ma come lo finisco inizio a cercare il modo di recuperarlo tutto.
La serie è composta da 6 volumi, in questo ordine cronologico:

Uno dei volumi non era di facile reperibilità, ma ci sono riuscita e a cavallo di Ferragosto mi sono dedicata alla sua lettura. E mi è piaciuta TANTO. Al punto che volevo parlarne anche qui.
Come ho già scritto su instagram mi ha trasmesso il gusto agrodolce della primavera, con i suoi fremiti e tremori, quello che la sensei si era posta come obiettivo quando ha creato questo manga.
La primavera in Giappone è l'inizio di tutto, anche gli anni scolastici cominciano in Primavera. E una scuola superiore per soli maschi fa da sfondo all'inizio di una storia d'amore tra due studenti raccontata con delicatezza e sensibilità. 

  
Tutto ha il via da un festival musicale, i ragazzi cantano in un coro e Rihito Sajou viene avvicinato per la prima volta e aiutato da Hikaru Kusanabe a prepararsi visto che quest'ultimo suona in una band, da un'amicizia pian piano nasce la passione e l'amore tra i due. Con lo spin-off e O.B. vengono sviluppate anche le storie degli altri personaggi che hanno a che fare con loro.

Sora & Hara
Mi sono piaciuti non solo i disegni che hanno una fluidità particolare,  ma che nelle proporzioni e nell'espressività sono perfetti, ma soprattutto le situazioni e i dialoghi. Li ho trovati realistici. A volte divertenti , altre drammatici e commoventi. E mi riferisco ai due personaggi principali così come agli altri. Specialmente il professor Hara l'ho adorato per la sua schiettezza e mi ha fatto una tenerezza infinita quando finalmente anche lui ha trovato l'amore, sebbene non lo credesse possibile vista la situazione e i suoi precedenti fallimenti ( anche con Sajo ^^ ).
Le due personalità di Kusakabe e Sajo sono volutamente diverse e complementari e devo dire che chi sconvolge di più la vita dell'altro a me è sembrato proprio Kusakabe che quando capisce di amare Sajo va oltre le sue paure e fa bei gesti di amore e altruismo, anche se è preda di pensieri un pò infantili all'inizio.Sajo impara così a comunicare di più i suoi sentimenti e a smetterla di essere tutto d'un pezzo per non mostrare la sua fragilità. Kusakabe con pazienza e amore ha saputo farlo evolvere in quel senso e nel mentre ha scoperto cosa fosse amare veramente qualcuno. Superano paure, comunicano meglio e l'happy ending è semplice e delizioso. Anche quello di Hara sensei e quello del tormentato Arisaka. 
Alcune sono storie difficili e scomode perché presentano differenze di età e situazioni in cui il coraggio, l'amore e la pazienza significano molto. In altre semplicemente vengono mostrati dei piccoli spaccati di vita con passioni che non sfociano in amore. E se in alcuni casi sembra che loro riescano a mostrare la loro omosessualità senza alcun problema, che abbiano chi li accetta senza riserve, non mancano i momenti in cui le difficoltà di essere se stessi , di comunicarlo alla famiglia oppure di prendere decisioni e affontare il futuro contrastando la paura vengono mostrati.
In pochi volumi con una trama asciutta, ma ben fatta questo piccolo mondo dei "compagni di scuola" riesce ad avere quella tridimensionalità che li fa "uscire dalle pagine" e ti fa affezionare a loro.
Le scene più sensuali e di sesso grazie al tratto della Nakamura vengono ben espresse e comunicano passione anche se non sono esplicite come in altri manga.
E' stata una lettura piacevolissima e un boyslove che consiglierei a chi ancora non lo conoscesse o fosse in dubbio se leggerlo o no.

Nel 2016 è uscito anche un anime movie! 


 




25/04/19

uscite USA : Hokuhokusei ni Kumo to Ike di Aki Irie


Questo mese l'ultima fatica della mangaka Aki Irie é uscita in inglese per la Vertical Comics.

Il titolo giapponese è Hokuhokusei ni Kumo to Ike ( 北北西に曇と往け ) , ma quello tradotto in inglese è GO WITH THE CLOUDS NORTH-BY-NORTHWEST .



TRAMA
La storia si svolge in Islanda, alla fine della terra, 64 ° N. Kei Miyama ha 17 anni e ha tre segreti: può parlare con le macchine, non sa gestire le ragazze carine e lavora come investigatore privato. Un caso lo vede alla ricerca di un cane amato, un altro comporta il ricongiungimento di una donna con un uomo di cui si innamorò a prima vista. E poi arriva un caso che lo vede coinvolto da vicino alla ricerca del suo fratellino. 


La location islandese è inusuale e attraente ,  la trama intrigante, lui è un figo come tutti i personaggi creati dal pennino della Irie, che dire, non posso esimermi dal leggerlo!^^

Non mi pare sia stato annunciato per il mercato italiano, in Giappone sono arrivati a 3 tankobon ( serializzato sulla rivista Harta ) e per ora si trovano i primi 7 capitoli del primo volume in scan QUI.

Io ho amato molto sia la storia che lo stile del manga "Il mondo di Ran" pubblicato da JPOP. L'ultimo volume uscì nel 2016. Quindi rileggere qualcosa di suo a distanza di qualche anno mi fa molto piacere!

Pubblicità in Giappone!
[Edit 15.05] Commento POST LETTURA :

28/03/19

Hapi Mari di Maki Enjouji


Hapi Mari ( はぴまり ~Happy Marriage!?~  ) è un josei di cui venni a conoscenza a poca distanza dalla sua uscita in Giappone nel 2009 e infatti iniziai a leggerlo in scans online e se non ricordo male finii di leggerlo giusto poco prima della insperata notizia della sua pubblicazione in italiano nel 2014. Decisi di comprarlo per il gusto di leggerlo nella mia lingua e per supportare i josei manga in Italia!;)

Però l'ho riletto solo in questi giorni, dopo 3 anni, perché ormai i ricordi erano molto sfocati. 
Mi ha divertito come 5 anni fa e mi è piaciuto leggerlo, lo ammetto, soprattutto per il tratto della Enjouji ,  per i battibecchi e le scene hot tra Chiwa e Hokuto e per la curiosità di arrivare a scoprire la verità su chi ha ucciso la madre di lui.
L'autrice ritrae molte scene stereotipate di vita coniugale con la neo-moglie apprensiva e dedita a prendersi cura e a sostenere il maritino, forse anche per veicolare dei messaggi positivi sul dialogo e la comprensione reciproca per il pubblico di riferimento della rivista Petit sulla quale fu serializzata. Ma per fortuna Hokuto è molto divertente come personaggio maschile perché non sa come funziona un matrimonio e fa patire non poco Chiwa, così sono riuscita a mandare giù certe reazioni esagerate o illogiche da parte di entrambi. 
Hokuto tenero
Mi è piaciuto il fatto che, sebbene lui sia più esperto in fatto di rapporti con l'altro sesso, entrambi si ritrovino a vivere delle prime esperienze ed evolvano. Lei diventa più sicura e comincia a farsi maggiormente rispettare, capisce di avere anche dei lati positivi che sono suoi, non dovendo necessariamente superare il paragone con altre donne di successo e di un ceto sociale più elevato del suo. Lui trova in lei la sua famiglia e lascia che il suo lato più tenero, a tratti infantile, esca fuori riuscendo anche a superare il suo orgoglio e la sua cocciutaggine. Del resto i duri dal cuore tenero, meglio se fighi, sono affascinanti perché è bello vedere come l'amore incrina le corazze della freddezza, del pregiudizio e dell'orgoglio che si sono costruiti, spesso per ragioni drammatiche.
Hokuto è un figlio illeggittimo, cresciuto in modo cinico e si aspetta di contrarre un matrimonio solo per compiacere il nonno e raggiungere il potere, senza che si crei un vero rapporto tra lui e sua moglie. Ma poi scopre i piaceri della vita coniugale e l'amore. E la fiducia. Le sue priorità e i suoi obiettivi cambiano. E verrà anche a conoscenza di verità su quel padre tanto odiato che ignorava.
Per queste ragioni mi ha appassionato la sua lettura. 

TRAMA:  
Chiwa è una giovane donna che, per pagare i debiti del padre, di giorno lavora come impiegata e di notte fa l’intrattenitrice in un locale notturno. Dato che nella sua vita si è sempre e solo dedicata al lavoro, non ha mai avuto un fidanzato... Perciò, quando scopre di dover sposare Hokuto Mamiya, ovvero il boss della sua azienda, rimane letteralmente sbigottita! Che tipo sarà?! Ma, soprattutto, nonostante l’opportunità di risolvere tutti i suoi problemi economici, è giusto accettare un matrimonio combinato?! [ tratta dalla  pagina Starcomics ]


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...