05/04/20

Takane & Hana



Takane & Hana, questa commedia shoujo sentimentale di Shiwasu Yuki edita da Planet Manga alla seconda rilettura mi ha conquistata al punto che ho cercato velocemente di reperire i volumi che mi mancavano e ora quei due strambi protagonisti che adoro mi mancano molto!
Hanno saputo allietare delle giornate pesanti con le loro scenette divertenti e le avventure che li hanno finalmente portati ad essere ufficialmente una coppia di fidanzati. Una coppia fuori dagli schemi dei classici shoujo sentimentali, ma non per questo meno teneri, pure nel loro imbarazzo che mascherano con comportamenti sopra le righe.


TRAMA ( adattata da mangaupdates )
Hana è una liceale che finisce per sostituire la sorella maggiore durante un' incontro in vista di un possibile accordo matrimoniale ( omiai お見合い = traducibile come "colloquio formale a scopo matrimoniale"  è un'usanza tradizionale giapponese che consiste nel far incontrare due persone libere da legami sentimentali affinché prendano in considerazione la possibilità di sposarsi ). Non si aspetta che il potenziale sposo, un bell' uomo d'affari di 26 anni di nome Takane, la insulti immediatamente e la chiami una baldracca a caccia di dote! Furiosa, Hana gli lancia la parrucca in faccia e se ne va. Contro ogni previsione i due finiscono per vedersi regolarmente. Takane è un ricco bambino viziato, molto più immaturo e inesperto di quanto suggeriscano il suo bell'aspetto e le sue maniere appariscenti, quindi trovano facile dimenticare che la loro differenza di età è di dieci anni. Ma come potranno mai trovare l'amore quando sono così impegnati a prendersi in giro?
Nota: il titolo è un gioco di parole sui nomi dei personaggi principali (Takane e Hana) e la frase "takane no hana" (lett. fiore su un' alta scogliera; che significa qualcosa di irraggiungibile, fuori dalla propria portata).

In Giappone la pubblicazione è arrivata lo scorso febbraio al 16° tankobon, da noi è da poco uscito il 14°. La Shiwasu ad inizio anno ha dichiarato che la storia è entrata nel suo arco finale e penso sia stata la scelta giusta per non allungare troppo la storia con capitoli inutili. 


Dopo un'iniziale entusiasmo, mi ero fermata alla lettura del 7° volume perché in quel momento questo manga non era quello che ero in vena di leggere e le situazioni più caotiche e divertenti ad un certo punto mi disturbavano perché non riuscivo più a seguirle come nei primi volumi.
Takane visto su Hana to Yume
Poi sistemando dei volumi su una mensola ho riaperto il primo volume e ho voluto dargli una seconda possibilità perché per quella faccia da schiaffi di Takane è stato colpo di fulmine sin da quando la vidi sulle pagine di una rivista in Giappone circa 3 anni fa. Poi "l'ho tradito", ma ora sono tornata da lui. Lui così figo, infantile perché troppo viziato , ma anche premuroso e attento, che grazie alla frequentazione con Hana scopre cose della vita che ignorava e diventa pian piano una persona migliore. 

02/04/20

Il drama di Takane & Hana


Quello di Takane & Hana ( 高嶺と花 ) è un mini drama, composto da solo 8 episodi, che ho trovato troppe breve, ma carinissimo!

Stavo aspettando che mi arrivasse il pacco con i numeri del manga di Shiwasu Yuki edito da Planet manga che mi mancavano ed ero in crisi di astinenza da Takane & Co. così ho cercato informazioni sul drama e ho deciso di guardarlo, anche se chi interpreta Takane è un 23enne e la distanza tra lui e Hana non è così marcata visivamente come lo è nel manga. E anche Nicola Luciano, spassoso nelle tavole, qui non è reso al massimo. 
Però, scatta subito la simpatia. Ogni giorno non vedevo l'ora di concedermi il "momento Takane & Hana" ed entrare nel loro mondo e in quel pezzetto di Giappone.



Tutto è condensato nella trasposizione di alcune delle situazioni chiave, non tutte identiche al manga, e devo dire ne risente il racconto, la fine è carina, ma un pò brusca, ma va tenuto conto che lo scorso anno i volumi in Giappone erano ancora al 10° tankobon e quindi i reciproci sentimenti sono palesi e in parte dichiarati, ma non si arriva a quello che sarà il vero finale.
Takane
Ho trovato davvero buffe le facce del giovane Takasugi Mahiro ( bravo il ragazzo, e anche Takeuchi Aisa è una Hana convincente! ) e anche il suo modo di parlare rende la supponenza e l'idiozia di Takane, anche se non è figo come il suo omonimo in 2d. Mi ha divertito molto.
E' una commedia shoujo diversa da altre, nell' assurdità della situazione un senso si trova e non sembra poi così strano che un uomo in carriera come Takane possa innamorarsi di una 16enne come Hana. Il nonno ad un certo punto ci ha visto davvero lungo mettendo il suo adorato ( e mal visto dal resto della famiglia ) nipote alla prova. E' servito a lui non solo per l'amore, ma per la vita in generale!
Era da tempo che non riuscivo a guardare un j-drama, diversi anni fa ero fissata, e all'epoca non era così facile averli in streaming. Mi piace rivedere scorci del mio amato Giappone, abitudini e stili di vita giapponesi,  piccole cose che mi mancano. Nella puntata finale si vede un luogo sul Sumida a Tokyo vicino a Tsukishima tra il ponte Tsukiji-o e il ponte Chūō-ōhashi , il Sumidagawa Terrace, da quelle parti ci sono stata più di un paio di volte e mi piace molto, zona di location anche per il film di Kanouso e Un Marzo da leoni. Mi si è stretto il cuore. 



E poi il tatami, l'appartamento da povero di Takane che mi ha fatto pensare ad alcune stanze col tatami dove ho alloggiato, il piccolo cucinino come quello che avevamo io e la mia amica a Fukuoka, il ristorantino di okonomiyaki simile al primo dove mangiai il monjayaki ad Asakusa con un'altra mia amica giapponese.
L'ho trovato utile anche per imparare nuovi verbi e frasi e ripassare quanto sto continuando a studiare da sola di Giapponese.

In questo periodo di vita casalinga forzata per via del covid-19 è stato un toccasana per l'umore insieme al manga ( di cui voglio scrivere appena mi metto in pari con l'ultima uscita! ;) ).

Si può vedere sub italiano qui:  link


sito ufficiale Fujitv: link

21/03/20

Leggere manga al tempo del covid19

E' davvero un doppio delight ! Leggere manga e guardare anime sta allietando molto i miei pomeriggi e le serate casalinghe in questo periodo di restrizioni per via del coronavirus. Non pensavo due settimane fa, quando ho deciso che dovevo chiudere per un pò la mia attività su instagram ecc. per la piega che stava prendendo la mia vita, che tutto sarebbe peggiorato a questo modo.
L'impatto è stato su più fronti, come per tanti di noi, ma al momento la mia famiglia non è stata contagiata ( così pare, facendo gli scongiuri ) ed è la cosa più importante. Il resto è  tutto un riorganizzare, un prendere nuove abitudini, un tenere a bada l'ansia, un allenare la pazienza, e la speranza.
Nel tempo libero sto leggendo manga molto più di prima, sia cose nuove che vecchie,  e ho guardato anche qualche anime. Gli anime erano un fuori programma, ma li ho trovati utili per allenare il mio orecchio al giapponese oltre che divertenti. 
Mi stanno aiutando molto a migliorare l'umore generale e a rilassarmi. 
Così oggi ho voluto fissare i miei pensieri e alcune reazioni a caldo su dei titoli qui sul blog.

Ho letto Sutekina Kareshi di Kawahara Kazune, in scans italiane ( QUI ) fino al volume 7, poi sono passata al volume 8 in francese comprato a Parigi! ♡ e magari andrò avanti in spagnolo! :)
E' uno shoujo leggero, con alcuni stereotipi del caso. Se non avessi esperienza diretta di certi modi di pensare e reagire della mentalità giapponese certe situazioni le troverei inverosimili, assurde. Invece spesso il loro non comunicare esplicitamente i loro sentimenti, il senso del dovere oppure lo spirito di sacrificio li può portare a fraintendimenti o sacrifici quasi masochistici. Anche in questo manga accade. Quello che però mi è piaciuto è com'è uscito fuori il vero carattere di Naoya col tempo. Ed è divertente rivivere i batticuori e le scoperte in amore dell'adolescenza insieme a Nonoka che fino a quando non si mette con lui aveva solo idealizzato l'idea dell'essere in coppia. Ma Nonoka fin'ora è un personaggio femminile fin troppo buono, di un' ingenuità estrema, e non la digerisco benissimo. Continuerò perché adoro Naoya che è cresciuto grazie all'amore per lei e voglio vedere come andrà avanti e come supereranno le varie prove che il futuro gli riserverà. Il tono generale è molto carino e ci sono diverse scenette divertenti perché lei è buffa, il ritmo è scorrevole, le scene romantiche non mancano e sono gradevoli, Naoya una volta che si mettono insieme da soddisfazioni!
E comunque leggerlo in volumetto è tutt'altro piacere che sul computer. Mi piacerebbe che fosse pubblicato in italiano. Ha anche vinto come miglior shoujo nello Shogagukan Manga Awards 2019!

Mi sono dedicata anche a Yubisaki to Renren ( scans QUI in inglese ), l'ultimo lavoro di Morishita Suu, e l'ho trovato molto interessante. Entrambi i personaggi principali e la loro relazione mi spingono a volerne sapere di più, e come ritmo mi pare meglio di Ali di farfalla ( Hibi Chocho ) che non riuscii a continuare a leggere quando uscì in Italia nel 2014. Qui si parla di due studenti universitari, di una ragazza sorda che si scopre innamorata di questo ragazzo incontrato per caso in treno che conosce diverse lingue, gira il mondo e sogna di insegnare a bambini bisognosi. Lui assiste ad una scena in cui lei d'istinto usa il linguaggio dei segni per esprimersi con un turista che le chiede informazioni e ne rimane affascinato. La visione che aveva di se stesso e il mondo che lo circorda cambia. Entrambi pian piano sentono il desiderio di conoscersi meglio, di conoscere i loro mondi. Lei lo ama, lui è solo attratto dalla condizione di Yuki, la trova carina e si è affezionato? Penso possa diventare una bella storia. Spero faccia un buon lavoro.

Tra i volumi che aspettano di essere letti ho terminato l'ultimo volume di QQ Sweeper per poi passare a Queen's quality di Motomi Kyousuke. Sono stata una grande fan di Dengeki Daisy e non vedevo l'ora che arrivasse anche il suo nuovo manga in Italia però devo dire che molte sue tavole piene di dialoghi spesso mi hanno reso difficile la lettura.Ora sono al secondo volume, Fumi sa di avere il potere della Queen che può manipolare la mente umana e di avere due futuri possibili, essere una queen buona per ripulire l'animo oppure malefica. Kyutaro sa che lei era la sua amata, incontrata 10 anni prima, ma non può rivelarglielo, così le sta vicino, la protegge, ma limitandosi nell'esprimere i propri sentimenti. C'è qualcosa del Kurosaki di Dengeki Daisy nelle dinamiche di questa coppia, e anche Fumi è un personaggio tosto. Mi piace che si tocchi il tema dell'animo umano, che si parli di come la maldicenza ferisca le persone, di una relatà brutta, ma vera, quella del bullismo, e della fragilità umana, così come della sua forza. Perché Fumi ha imparato a reagire alla maldicenza, soffre, ma reagisce. E impara anche a farsi aiutare e ad avere speranza. 
Motomi sensei mi pare esprimere certi concetti riguardo a questi temi con molto fervore.
I misteri sono tanti, l'avventura non dovrebbe mancare, vediamo se mi conquisterà e andrò avanti con la lettura anche dopo l'8° volumetto. In Giappone sono all'11°, uscito lo scorso febbraio.
Al momento però l'ho messa da parte perché ho ritrovato il 1° volume di Nodame Cantabile di Ninomiya Tomoko , l'ho letto e mi è venuta voglia, dopo 10 anni, di leggerlo fino alla fine. Ricordo che avevo iniziato a leggerlo in scans , ma poi quando lo comprai in italiano decisi di non andare avanti. Ora me lo leggerò un pò su kindle unlimited in inglese e terminerò in italiano perché purtroppo non ho spazio per 25 volumetti! >_< Adesso in effetti ho voglia di qualcosa che mi faccia anche divertire, o di romantico. Ho messo da parte la lettura di Innocent e altri manga più cupi.
Nodame è un josei divertente, ma non è solo questo, parla anche di musica, di passione, di crescita.E penso che questa volta potrebbe prendermi di più. Poi penso che passerò anche agli anime e ai live action se li trovo tutti in streamin!Per ora è prematuro.

03/03/20

Kiseiju - L'ospite indesiderato di Hitoshi Iwaaki


Ho lasciato passare  ben 4 anni prima di leggere il seinen manga Kiseiju ( Bestie parassite ) ed è curioso come mi sia ritrovata a farlo proprio in questo momento una volta recuperato l'ultimo volume che ho scoperto non essere presente nella mia libreria. Nell'arco di una settimana l'ho letto tutto di fila ed è stata una lettura avvincente. Non un momento di noia, diversi spunti di riflessione, uno stile di disegno che non ho amato da subito ma al quale mi sono abituata già dopo il primo volume, una volta presa dalle vicende di Shinichi, Destry ( Migii ミギー) e il resto dei personaggi, parassiti e non. 
Trama:
Una normalissima notte in Giappone… sembra nevicare ma ad uno sguardo più attento i nostri occhi si accorgono che quelli non sono propriamente dei fiocchi di neve. In realtà sono parassiti, alieni, simbionti, chiamateli come vi pare e hanno un precisa intenzione: sostituire l’uomo come specie dominante del pianeta Terra! Shinichi è un ragazzo come tanti altri, discreto negli studi, imbranato con le ragazze e un po’ timido. Ma una notte la sua vita cambia. Qualcosa entra nel corpo di Shinichi, e si impossessa della sua mano sinistra. Intanto altri esseri umani vengono posseduti dagli alieni, e cominciano a mietere vittime. Nessuno riesce a capire il motivo di questi omicidi così brutali. Uomini, donne e bambini vengono massacrati, intere famiglie vengono sterminate e non se ne capisce il motivo. Shinichi intanto, impara a convivere con il suo parassita, al quale attribuisce anche un nome: Destry. 
Trovo una sorta di coincidenza l'averlo letto proprio in questi giorni perché

22/02/20

Jackass! di Scarlet Beriko


Alla fine di Gennaio è approdata in Italia Scarlet Beriko con questo one shot che ho trovato carinissimo. Non pensavo mi sarebbe piaciuto così tanto. Ho voluto provare a leggerlo perché devo dire che il suo stile grafico mi piace moltissimo e sembrava divertente. Dopo la lettura di Coyote ho voluto iniziare ad approfondire il mondo dei manga Boys Love, e desideravo qualcosa dai toni e contesto più leggeri, così da alternare la tipologia di storie.

Trama: 
Mentre si sta cambiando per l'ora di educazione fisica, Keisuke Hara vede sbucare dai pantaloni che ha appena indossato un paio di collant. Probabilmente è stata sua sorella, a cui aveva prestato la tuta il giorno precedente, a lasciarli infilati lì. Il suo migliore amico Shinoda nota subito che qualcosa non va e, per toglierlo dall'imbarazzo, si offre di accompagnarlo in infermeria. Ma una volta soli, Shinoda ha una strana reazione alla vista della gamba di Keisuke avvolta nel collant...


Leggendo la trama e vedendo la copertina può sembrare solo qualcosa di divertente legato al feticismo di Shinoda, invece in un solo volume la Beriko è riuscita a raccontare la trasformazione di un rapporto tra due ragazzi delle superiori e allo stesso tempo parlare di amicizia, di gesti di amore vero e ritrarre anche se marginalmente l'amore fraterno attraverso il rapporto tra Keisuke e sua sorella. Con scene di sesso tra i due funzionali alla storia d'amore, verosimili e non eccessivi, anche  se tutto parte da una fantasia erotica di uno dei due ragazzi: le calze di nylon che avvolgono un paio di belle gambe. Solo che le belle gambe, le più belle mai viste, sono del suo migliore amico. Amico che scoprirà di sentirsi attratto da lui e finirà con l'innamorarsi. Una passione che permetterà ad entrambi di conoscersi e di amarsi. E anche un'altro amico compagno di classe dichiaratamente gay e fortunatamente supportato dalla famiglia che s'innamora dell' infermiere scolastico avrà molto da insegnare a tutt'e due così come al suo professore.

20/02/20

manga inediti: Epotoransu! Mai di Yuu Watase


Anche se esistono le scans in italiano ( QUI ) di Epotoransu!Mai ( エポトランス!舞 ) quando ho scoperto che in Spagna la Glenat aveva pubblicato in un volume unico questa serie ho deciso di cercarlo e l'ho acquistato usato perché volevo averlo di carta e non leggerlo solo su uno schermo. Ho avuto bisogno dell'aiuto del dizionario in qualche punto, ma è stato bello e l'edizione che racchiude i due volumi è ben fatta anche con la sovracoperta come le edizioni giapponesi.

Si tratta di uno shoujo fantastico sentimentale in 2 volumi del 1995 che Yuu Watase creò mentre era al lavoro su Fushigi Yugi, una storia più leggera che le permise di staccarsi per un pò dal mondo di Miaka e Co. e che tratta il tema della contrapposizione tra virtuale e reale, la difficoltà di rapportarsi con l'altro e l'uso della tecnologia per migliorare la propria situazione sentimentale. All'epoca andavano di moda i calcolatori o i piccoli computerini / videogiochi portatili ( un pò come quello che appare in Marmalade Boy ) e così uno di questi viene usato per la storia di Epotoransu! Mai.

Trama:
Mai Kurahashi è una ragazza come tante che fa di tutto per stare accanto a Hiroki Nimura, il ragazzo di cui è innamorata. Oltre ad essere un grande fan di Sailor Moon, essendo la stella del club di calcio, Hiroki è anche molto popolare. Il giorno del suo sedicesimo compleanno, Mai riceve in regalo un'agenda elettronica per ragazze che può fare varie cose, come ad esempio, predire la fortuna in amore. Una notte, Mai digita accidentalmente la parola "Epotoransu" e un ragazzo di nome Takuma viene fuori dall'agenda, donando a Mai dei poteri. Cosa accadrà? 

Impossibile non pensare a Videogirl Ai, ma in comune hanno solo il personaggio virtuale evocato dal protagonista.


E' uno shoujo dal linguaggio e lo stile tipicamente anni 90 , una commedia sentimentale volutamente leggera proprio perché ideata dalla sensei mentre era dedita ad altro di più complesso. Fece lo stesso con Appare Jipangu! ( C'era una volta in Giappone ) mentre disegnava Ayashi no ceres.

15/02/20

Coyote di Ranmaru Zariya

( e considerazioni sul fascino dei manga BL )


E' stata un'attrazione travolgente questa. Sulla pagina facebook della Flashbook viene postata l'immagine della copertina del volume 3 del BL Coyote che mi attira, allora ricordo che avevo visto mesi fa una illustrazione simile e questa volta decido di informarmi sulla trama :
Il giovane Lili è solito frequentare il locale dove la sera si esibisce al pianoforte l’affascinante Marlene. Tra i due c’è una forte attrazione e Marlene (nome d’arte ispirato dalla grande attrice Marlene Dietrich, nonché dalla canzone “Lili Marleen”) tenta più volte un approccio, ma Lili gli sfugge sempre. Il ragazzo sembra nascondere un segreto ed evita in ogni modo di lasciarsi coinvolgere in qualsiasi tipo di relazione.
Una sera di luna piena però il suo segreto viene scoperto. Per la prima volta il giovane va in calore e il suo pessimo stato fisico non passa inosservato agli occhi dell’uomo, che lo segue preoccupato per le sue condizioni.
Denti aguzzi e artigli affilati svelano la vera natura di Lili, il quale ancora una volta rifiuta Marlene che si offre di alleviare la sua pena. L’unica alternativa sembra essere quella di condurre il giovane in un bordello dove poter dare libero sfogo al suo desiderio. Ed è con una tra le scene più hot del primo volume che Marlene riesce a far abbassare le difese a Lili. Da questo momento in poi il loro rapporto diventerà sempre più stretto, ma entrambi si troveranno a vivere una relazione contrastata e tormentata. Tra umani e licantropi (costretti a vivere all’ombra della società) non corre buon sangue, come se non bastasse anche Marlene ha un segreto: fa parte di una illustre famiglia che…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...